Figure: Hatsune Miku Racing 2015 (SQ Banpresto)

Data di uscita: Gennaio 2015

Fonte: Sinceramente non mi ricordo dove l’ho acquistata.

Prezzo: Non me lo ricordo. Ora è facilissimo trovarla tra i 30 e i 40€

Recensione in breve: altra figure carina e una delle soluzioni più economiche per avere una Miku Racing. Questa volta la qualità sembra leggermente superiore, ma forse ho solo avuto fortuna…?


Ho il vago ricordo di aver comprato questa figure poco dopo aver acquistato l’altra, per cui dovrebbe essere in mio possesso dal 2017.

Non ricordo minimamente dove e come l’ho presa, figuriamoci il prezzo.

Ho provato a scoprirlo, ma non ho mail che la riguardano per cui (molto probabilmente) l’ho comprata fisicamente in qualche negozio… però sulla confezione non ho trovato adesivi di import o altro (e il retro è in full JP).

L’unico adesivo extra che presenta la confezione è il barcode, che però è realizzato da tec-it per cui non fornisce alcuna informazione 😑.


Inoltre, per ribadire il mio disinteresse generale per la Banpresto, nella scorsa recensione ho commesso un errore perché ho dichiarato che avevo solo 2 figure SQ… quando invece sono 3.

Ho anche una Madoka (presa in fumetteria perché era in offerta), che non ho nemmeno portato via da casa vecchia. Non ho nemmeno mai comprato la seconda parte del diorama… sono una brutta persona~


Tempo di ristampe

La Miku Racing 2015 della Banpresto al momento è una figure facile da trovare, anche da noi, perché la Bandai l’ha ristampata l’estate scorsa e la si trova facilmente in giro tra i 30-40€.

La confezione della ristampa è in toni di rosa invece di blu, ed è creditata Bandai Spirit (metto una foto comparativa giusto per aiutare a identificare eventuali bootleg).

Oltre alla Miku Racing 2015 ho visto che hanno ristampato anche la Miku Racing 2017, in questo caso la confezione è leggermente diversa (con lo sfondo nero invece che bianco).


La recensione

La scatola della Racing 2015 risulta più grande di quella Racing 2016, ma in pratica le dimensioni delle due figure sono quasi identiche. Suppongo che la grandezza extra dipenda dal fatto che questa volta c’era bisogno di spazio extra per l’accessorio (aka l’ombrello).

Anche questa figure era confezionata esattamente come l’altra: due cartoncini e una busta di plastica coi vari pezzi.

La Miku Racing 2015 della Bandai è divisa in: corpo, code, ombrello e base.

La base, a questo giro, è trasparente (per cui messe accanto le due figure non sono bellissime e la 2016 sembra una cinesata) e, fortunatamente, l’attacco dei piedi è integrato nella base (niente zeppe bianche extra).


Tutto considerato, questa figure mi ha dato l’impressione di essere più curata nei dettagli.

Tanto per cominciare il soggetto di base è più complicato, visto che la Racing 2015 indossava una pseudo-armatura e aveva una gonna a balze con le parigine. Mentre, di control, la 2016 aveva solo un vestitino corto.

Ho apprezzato il fatto che le varie parti delle armature sono pezzi singoli, non un’unica forma.

La plastica è comunque deboluccia e temo non ci voglia molto a rompere/deformare le varie parti.


Anche in questa ho riscontrato svariate imperfezioni nella pittura in contrasto coi loghi stampati alla perfezione. In compenso le sfumature (soprattutto nei capelli) sono realizzate benino.

Il volto è un po’ inquietante, senza naso e “gonfiotto”, ma nel complesso è un difetto trascurabile. Per assurdo questa figure, senza code, è comunque carina (vedi header).

La mano ha un perno per reggere l’ombrello e la base ha una lieve rientranza per tenerlo fermo. Non è il massimo, se sembra quasi una barzelletta visto come è realizzato il tutto.


A conti fatti anche questa è una figure carina senza lode e senza infamia; ma la consiglierei? No, 30+€ sono troppi.

Sarà che l’aver preso in fiera la 2016 per 25€ ha sballato un po’ la mia percezione, ma 30/40€ mi sembrano troppo per questo genere di figure.

In patria le vendono intorno ai 20€ e quello mi pare un prezzo più che ragionevole.

C’è anche da considerare che da noi vendono le Q Posket per 30/40€. Per il medesimo costo.. una SQ fa un effetto migliore in vetrina (è più grande e dettagliata).


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *