She Sees Red

Developer/Publishers:
  • Rhinotales
Data di uscita
  • 11 lug 2019 (Steam)
  • 4 dicembre 2019 (mobile)
Piattaforma
  • PC, Android, iOS, Amazon
Recensione in breve:

She Sees Red è esattamente quello che dice di essere: “un film interattivo”. Un thriller accattivante, realizzato decentemente e con una storia interessante. È doppiato in due lingue e al momento ha i sottotitoli in almeno altre 20 lingue… purtroppo è comprensibile in poche 😅.

Questa recensione tratta solo della versione Android del gioco, provata su uno Huawei P20 Pro.

Questa recensione è in “onore” di una persona che ha visto la schermata del mio cellulare e ha commentato che avevo troppe app 😜.

Essendo (quasi) tutti costretti a casa in questi giorni, mi sembrava giusto parlare di un gioco che al momento è “free.

L’ho titolata “mini-review” perché è una recensione fatta di fretta: ho provato il gioco, ho buttato giù l’articolo e via… fuori nell’etere!

Di solito faccio un po’ di ricerche, giusto per non dire epocali cazzate, ma questa volta non c’era il tempo di farlo (parte di questo articolo è pure scritto col cellulare!).

Ergo, la qualità di quest’articolo non sarà eccelsa, ma spero comunque che risulti utile e comprensibile~


Dalla Russia con amore (?)

Il gioco è di origine russa, ma non posso dire molto di più.

Ho provato a cercare qualche informazione aggiuntiva sull’azienda che l’ha realizzato (Rhinotales), ma sia la loro pagina facebook che il loro sito non sono particolarmente prodighi di dettagli.

Il gioco è doppiato sia in russo che in inglese, inoltre ha i sottotitoli disponibili in svariate lingue.

Sì, c’è l’italiano… no, non è leggibile 🤣.

Questa è la prima cosa che mi ha mostrato in italiano e come potete intuire ho chiuso e cambiato subito lingua.

Avrei quasi voglia di propormi per sistemarglielo, ma come vedrete tra poco anche l’inglese non è perfetto (e il mio breve periodo di studentessa di russo non è sufficiente per tradurlo dalla lingua madre 😂).

Il doppiaggio inglese non è male. Ha svariati problemi, ma mi aspettavo di peggio.

Il labiale è altalenante, ma tollerabile. Salvo un paio, che ci stanno come il cavolo a merenda, le voci sono adatte ai personaggi/attori.

Ci sono alcune frasi strane, che mi puzzano tanto di errore di traduzione (teoria avvalorata dal fatto che a sistema il gioco risulta essere chiamato “She Sees Angry” invece di “She See Red”)

Per cui, anche giocandolo coi sottotitoli inglesi non avrete comunque l’esperienza “perfetta”. Grammatica e senso a parte, alcuni nomi vengono pronunciati con accenti diversi a seconda di chi parla 😂.

Tutto considerato, se non vi disturba troppo, vi consiglio di giocarlo col doppiaggio originale.


A livello di regia, inquadrature e qualità generale è realizzato in maniera professionale (meglio di un film Asylum di sicuro).

Non nego che ora viviamo in un’epoca in cui è “facile” trovare una strumentazione professionale a basso costo, ma a livello di regia c’erano scelte un minimo ricercate, per cui vanno lodati per lo sforzo extra fatto 👍.

Il cast è un misto di attori russi e bielorussi, ma l’unica che sembra essere anche solo vagamente conosciuta è Veronika Plyashkevich (la protagonista).


Ho notato alcuni stacchi un po’ brutali in alcuni punti, ma penso che più che errori di montaggio, siano dovuti al fatto che la app non riusciva a caricare il filmato in tempo.

In generale, l’applicazione non sembra essere stata scritta in maniera perfetta.

Certo, questo gioco è disponibile su svariate piattaforme… ma la versione Android andrebbe ottimizzata un pochino meglio.

Il gioco ha anche una della UI più anonime e minimal della storia, al punto tale di puzzare di template preconfezionato.

Inoltre la gallery, che nonostante il nome è più che altro la sezione degli extra, ha il doppio difetto di essere fonte di spoiler e le immagini (almeno sul mio cellulare) erano tutte deformate.

Nonostante la semplicità, c’è però anche un minimo di pensiero dietro a come è stata realizzata la app. Per esempio hanno incluso lo skip delle scene (anche se è ben lungi dall’essere perfetto, almeno rende meno tedioso vedere tutti i finali).

In breve: “film” realizzato benino, app un po’ da rivedere.


La storia

La prima partita dura circa un’oretta. In totale, per vedere tutte e 60 le scene del gioco, occorrono circa 3-4 ore.

Si tratta di una specie di thriller poliziesco raccontato attraverso flashback dal punto di vista della protagonista.

Qualcuno ha provocato problemi in un nightclub, arrivando fino al punto di uccidere (almeno) uno della sicurezza e attraverso la scelte, sempre binarie, il giocatore può plasmare cosa è successo.

In pratica la storia non cambia granché, ci sono alcune divergenze nella parte finale, ma il gioco è principalmente una “caccia ai flashback” (il che di per sé è originale, per così dire).

Le varie scelte servono a vedere sfaccettature diverse della medesima storia, visto che la protagonista ripercorre i passi del killer, per cui influite più sul passato che sul presente.

Spero di essermi spiegata (?) 🤣.

Quanto segue è spoiler.


La storia non è il massimo. Ho apprezzato la questione della falsa poliziotta che torna sulla scena del crimine per completare la sua vendetta.

Inoltre questa scelta, “paracula” praticamente tutti i problemi della sceneggiatura.

In veste di poliziotta è incredibilmente sospetta fin dal principio e, andando avanti, la situazione peggiora in maniera esponenziale.

Tanto per cominciare: nonostante la parrucca, il giaccone, e le inquadrature mirate a tenere il volto in ombra… è evidente fin dal principio che “il disturbatore” è una donna.

Poi è un po’ surreale che questa “poliziotta” sappia esattamente dove guardare e deduca cosa è successo letteralmente dal nulla, senza indizi e nemmeno pittoresche scene alla Sherlock.

Più di una volta si tradisce o comunque fa commenti strani; tipo quando apre la borsa e la prima cosa che dice è “chi è questa donna?”, non “chi sono questi due nella foto” o similari.

C’è poi la questione dell’apparecchio acustico usato come finto auricolare della polizia, che viene pure inquadrato in primo piano e non ha motivo di esistere.

Una cosa tipo le mie cuffie bluetooth (da 20€) avrebbe avuto più senso, quel cavolo di apparecchio acustico genera solo più domande che altro e non ha nemmeno una spiegazione diegetica per essere lì 🤣.

Ci sono un po’ di errori di continuità e i dialoghi hanno alcuni problemi, forse dovuti alla localizzazione… per quanto mi è dato di sapere, visto che il mio russo è quel che è 😅.


Non mi ha fatto impazzire che abbiano scelto di riciclare i sub anche per i cambi di location, invece di fare qualcosa di più fancy.

Avrei preferito una scritta in cirillico (anche hardsubbata) con sotto i sottotitoli che la traducevano, perché così non si dà rilievo ai cambi di location.


La scena in cui hanno speso più tempo e soldi è probabilmente lo scontro in cucina, ma per come gioco io questo genere di giochi è una scena che non avrei mai visto; per cui non sono stata in grado di apprezzarla (per così dire).

Il nightclub è fin troppo “labirintico, al limite del ridicolo, e alcune location sono state palesemente riciclate (soprattutto i corridoi) per cui era inevitabile pensare “ma questo è lo stesso posto dove erano prima…”.

Anche il finale, indipendentemente da quale scegliete, è un po’ troppo improvviso e brutale.


Ho apprezzato che ti spingano a fare una seconda partita, ma allo stesso tempo l’ho trovata inutile. Non è emozionante rifarlo perché il fattore “mistero” è quasi inesistente.

O per lo meno così è stato per me, perché guardando a giro (mentre scrivevo l’articolo) ho notato che su Steam tanti non hanno capito un accidenti di quello che stava succedendo.

Non è per vantarmi, è che proprio non capisco come uno possa fare questo genere di domande dopo averlo giocato più di una volta.


Tirando le somme

Gioco carino, un po’ breve e semplice, ma il costo è alquanto contenuto (circa 3€ su mobile e 7€ su Steam), per cui ci sta.

A livello di “film” è girato benino. Non troppo artsy e la storia non è eccessivamente scontata o cringy (salvo uno dei finali che è dannatamente ridicolo 😆).

Ho notato che nel loro piccolo hanno cercato di ottimizzare al meglio le scene da filmare, rendendo alcune inquadrature buone per più scelte senza che però fosse troppo evidente il riciclo.

Es: quando Sukhanov mette giù la cornice col ritaglio, indipendentemente da dove venga la cornice lui si trova nel medesimo posto e quindi fa la medesima mossa (ergo 1 solo inquadratura va bene per entrambe le scelte e non risulta forzata).


Ho apprezzato che tutto sommato lo sviluppatore sia stato corretto nel dare un prezzo alla sua opera.

E ho apprezzato anche alcune piccole minuzie tipo, grazie a Dio, “chiederti” di dare un voto alla app una volta finito il gioco e non prima.

Inoltre la app non ha pubblicità o altre amenità, ma sinceramente non mi sconvolgerei se poi venisse aggiornata per pubblicizzare i futuri giochi della compagnia (se mai ne faranno altri).


Edit: non ho fatto in tempo 🤣. Mentre controllavo delle cose ho notato che ora il gioco non è più free… ma ormai la recensione l’ho fatta e ve la beccate così com’è~

In ogni caso, il gioco merita i 3€ che costa, soprattutto se vi interessa il genere e/o se non avete di meglio da fare al momento. Inoltre è spesso in sconto sia su Android che su Steam 😜.


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *